I carboidrati cosa sono?

I carboidrati sono importanti per l’ organismo e per il fabbisogno nutrizionale, rappresentano i glucidi oppure glicidi, fonte fondamentale di apporto calorico ed anche di energia, difatti, sono posti alla base piramidale del regime dietetico previsto dalla dieta mediterranea. Ecco nello specifico cosa sono i carboidrati.

I carboidrati e le loro caratteristiche

La struttura chimica, dei carboidrati è formata da ossigeno, carbonio ed idrogeno e ciò li va a distinguere dalle sostanze azotate che sono molto complesse strutturalmente.

Vista la struttura chimica semplice sono facili da digerire e da assorbire dall’organismo. Per tale ragione, possono anche essere assunti senza dover cagionare danni oppure affaticare l’apparato digerente, a parte per soggetti intolleranti agli zuccheri ed ai celiaci che dovrebbero evitare di consumare carboidrati, ed optare invece, per gli alimentari sostituti con analoghe proprietà nutrizionali.

In relazione al quantitativo di carboidrati da dover assumere, sia l’adulto che il bambino , ha bisogno di carboidrati, difatti, si dovrebbe assumere tre grammi di carboidrati per ogni chilogrammo di peso corporeo, dunque una persona che pesa 10 Kg dovrebbe assumere trenta grammi circa di carboidrati.

Naturalmente il fabbisogno cambia in base alle condizioni fisiologiche e salutari di un organismo, in base all’età, al sesso, alla costituzione corporea, alla massa muscolare ed alla tipologia di lavoro svolto. In media comunque, un soggetto adulto che presenta una normale costituzione corporea dovrebbe consumare circa 1500 chilocalorie.

E’ importante considerare anche la qualità di glucidi che occorre consumare per poter effettuare la produzione di energia ed essere assimilati attraverso la fase orale, gastrica ed anche intestinale. Il prodotto derivante dall’assimilazione è il glucosio che giunge al fegato per poter essere trasformato in glicogeno che sarà poi immagazzinato come riserva e in modo graduale liberato a seconda dei fabbisogni del proprio organismo.

Il sangue è certamente il più esigente nella conservazione di un livello regolare di glucosio: 1.20 gr per litro. Se tale rapporto aumenta si verificherà il diabete, nel caso di diminuzione del rapporto compare invece l’ipoglicemia. Il pancreas rappresenta l’organo responsabile per la regolazione del livello di glicogeno attraverso la secrezione di insulina che consente l’uso del glicogeno per il mantenimento del corretto funzionamento della massa muscolare.

La primaria funzione dei carboidrati è di costituire una fonte importante di energia per ciascun organismo, ciò mediante alla riserva di glicogeno, il cui livello sarebbe elevato per gli sportivi, evitando di vedere esaurire forze ed energie. Difatti, la contrazione muscolare usa il glicogeno con l’ossigeno che lo trasforma in acido lattico che dovrà essere espulso per evitare l’affaticamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll To Top